Blog

Fabrica Enercom: innovazione e sostenibilità nuova dimora

gruppo enercom fabrica
10
Nov 2021

Innovazione e sostenibilità: parole belle, ricche di significato, oggi sulle labbra di tutti. Innovare per far crescere la propria azienda e il proprio business, essere sostenibili affinché lo sviluppo di ciascuno sia anche altruistico e condiviso. Occorre però che queste parole si traducano nella realtà. 

Ecco il motivo per cui il Gruppo Enercom è sempre più orgoglioso di raccontare il percorso compiuto proprio nel mondo dell’innovazione e della sostenibilità, capisaldi su cui le attività aziendali si sono sviluppate e continueranno a evolversi. 

Innovazione: per il Gruppo Enercom, la leva fondamentale 

Qual è il motivo per cui l’innovazione è importante per il Gruppo Enercom? La voglia di crescere e fare sempre meglio, per esempio, in un settore che, per sua natura, deve innovare per esistere e svilupparsi sempre più e sempre meglio. L’energia è elemento fondamentale per il benessere delle persone e per lo svolgimento delle loro attività: è in continua evoluzione, mentre il contesto e la tecnologia cambiano e mutano. 

Ecco perché, per il Gruppo Enercom, fare innovazione significa lavorare affinché domani sia un giorno migliore. Uno degli ultimi esempi di questo impegno, sempre concreto e sempre attivo, è certamente il progetto della nuova Fabrica Enercom, che sarà inaugurata nell’estate 2022. 

Quest’ultimo passo si aggiunge a tutti gli altri compiuti finora e ad altri già pianificati, come l’introduzione di un Innovation Manager in azienda, già un dato di fatto consolidato, o il lancio della piattaforma Innovation2Live, previsto per il futuro ormai prossimo. Tensione verso il cambiamento e slancio per il miglioramento rendono la realtà aziendale molto vivace, assicurando una crescita costante che fa sì che il Gruppo rappresenti sempre più un riferimento valido per il mondo dell’innovazione in campo energetico nel suo complesso. 

La Fabrica Enercom, dove si concretizzano i valori aziendali 

La Fabrica Enercom costituirà la sede di due delle società del Gruppo, Enercom Luce e Gas e Simet. 

Ma non sarà solo una sede aziendale in senso stretto. Secondo le logiche di apertura e confronto che finora hanno guidato l’azienda, infatti, anche la Fabrica sarà un luogo dedicato alla crescita di collaborazioni e scambi, dove start up e scale up impegnate nel mondo dell’energia troveranno lo spazio elettivo per spiccare il volo. Lo scopo principale del confronto con e tra queste realtà sarà sempre quello di fare innovazione. 

Tutto ciò, però, con radici ben salde nel territorio locale, dove il Gruppo Enercom ha sempre investito. La scelta di costruire la Fabrica Enercom a Cremosano, infatti, non è casuale, bensì coerente con la voglia di crescere su e con la realtà da cui l’avventura Enercom è partita.
La sede storica di Via S. Chiara in Crema rimarrà operativa come ora, ma il nuovo progetto apre la porta a tante opportunità ulteriori.
L’auspicio è che la Fabrica Enercom diventi teatro di scambi importanti, anche con il territorio circostante e anche grazie alla realizzazione di un auditorium che sarà messo a disposizione della comunità.. 

L’innovazione garantisce la sostenibilità 

Altro principio basilare per il Gruppo Enercom è la sostenibilità, inevitabilmente connessa al mondo dell’innovazione. Per essere più sostenibili impegno e buone pratiche sono certamente fondamentali, ma per raggiungere livelli davvero elevati, è indispensabile innovare. Anche in questo caso la Fabrica Enercom si porrà come esempio tangibile di tale convincimento. Il progetto, infatti, curato da Ermentini Architetti di Crema, sarà certificato LEED, una certificazione volontaria che attesta il livello di sostenibilità raggiunto dall’edificio nel suo complesso, ben oltre i meri obblighi normativi di certificazione energetica. 

Centrare questo obiettivo ha richiesto un passo fondamentale, cioè l’integrazione della sostenibilità ambientale fin nelle prime fasi progettuali, con attenzione speciale al consumo di risorse naturali, all’efficienza energetica, alle emissioni in atmosfera, ma anche al rispetto del territorio e alla previsione delle connessioni che con esso si creeranno. 


Related Posts